Login
 
 

 

Dott.ssa Laura Rinella Psicologa e Psicoterapeuta

Psicoterapia individuale, di coppia e famigliare

Via Rubicone, 27  (Via Tagliamento-Coppedè)-00198 Roma 

C.so Trieste, 36/A -00198 Roma

 

Iscr. Ordine Psicologi Lazio n. 6246

Contatti per appuntamenti e informazioni

 cell. 333 7996266
          
 
DOPO LA SCUOLA MEDIA
Riduci

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A SCEGLIERE LA SCUOLA SUPERIORE

 Il periodo delle iscrizioni alla Scuola Media Superiore sta per arrivare ed ecco che noi genitori siamo chiamati in causa per aiutare i nostri figli a compiere una scelta consapevole.

 Essa deriva dalla riflessione sui vari elementi che entrano in campo, sia quelli appartenenti al sé, sia quellio riguardanti l'offerta formativa nonché il contesto territoriale ed economico.

Per i ragazzi riflettere su se stessi ed in particolare, essere consci di ciò che li attenderà nella scuola superiore prescelta a livello di impegno da profondere, materie da studiare, contesto da affrontare, si traduce più facilmente  nell'assunzione di responsabilità e in un comportamento maggiormente adeguato al raggiungimento dei propri obiettivi.

 Ma come possiamo comportarci noi genitori per sostenerli in questo compito? 

Proviamo a seguire i tre passi di seguito indicati, le cui domande costituiscono una traccia che ci può aiutare.  Facciamo attenzione, tuttavia, a non trasformarle in un interrogatorio.

  1.   Aiutiamoli ad esprimere ciò che realmente desiderano fare

Impariamo ad ascoltarli, facciamo silenzio dentro di noi e, oltre alle parole, ascoltiamo le loro emozioni.

Da cosa deriva il loro desiderio? Quali sono le motivazioni? Gli interessi? I valori? I bisogni? Le aspirazioni? Desiderano proseguire gli studi dopo le superiori?

        2.    Aiutiamoli a riflettere su ciò che sono capaci di fare

Quali materie prediligono a scuola? In quali riescono meglio e per quali motivi? Cosa sanno fare meglio? Cosa più difficile? Come affrontano le situazioni difficili o faticose? Come si rapportano con gli altri? Come gestiscono il tempo e organizzano lo studio? E fuori dalla scuola? Praticano attività nelle quali riescono bene?

        3.   Informiamoci bene con loro sui fattori esterni 

Offerta formativa scuole superiori. Valutiamo i percorsi in modo critico - materie - monte ore - impegno a casa.

Valutiamo il contesto sociale ed economico del territorio. Consideriamo che il mondo del lavoro è in costante evoluzione e con esso i tipi di professionalità richieste, le forme contrattuali, ecc.

Usiamo le fonti informative per reperire dati su scuole - percorsi formativi ed indirizzi, sui titoli di studio più richiesti dal mercato, statistiche occupazionali, visitando per esempio questi siti: unioncamere.it (Progetto Excelsior), sirio.regione.lazio.it, informagiovani.it, miur.it. Potete linkarvi ad essi dall'apposita pagina link di questo sito.

A questo punto disporremo di informazioni che, comparate tra loro, aiuteranno i nostri ragazzi a scegliere con più consapevolezza il percorso scolastico.LinkClick.aspx

          
 
 
CERCA NEL SITO!
          
 
          
 
CONSULENZA ORIENTAMENTO
Riduci

 

PER SCEGLIERE BENE LA SCUOLA SUPERIORE

Chiedere una consulenza per l'orientamento scolastico è utile per evitare scelte sbagliate che possono allungare il percorso scolastico o, peggio, condurre all'abbandono degli studi.

Se i consigli dei professori si rivelano spesso utili e le presentazioni dei vari istituti superiori nelle scuole medie possono dare una panoramica dell'offerta, questo pare non essere  sempre sufficiente per scegliere bene.

L'alta percentuale di studenti respinti soprattutto al primo anno delle scuole superiori nonché il consistente numero di abbandoni scolastici, ci deve far riflettere sull'importanza di una scelta fatta con maggiore ponderazione.

Un'attenta valutazione delle variabili che concorrono alla scelta si impone, quindi, per aiutare i nostri ragazzi a non commettere errori.

La consulenza per l'orientamento scolastico si basa sul colloquio con lo psicologo e sulla somministrazione di una batteria di test specifici, volti  a definire il profilo personale di orientamento dello studente che, in questo modo, può compiere una scelta maggiormente consapevole della scuola superiore ed evitare opzioni formative non idonee.

Si articola in due incontri, svolti entrambi dallo psicologo.

Primo incontro: colloquio iniziale  volto all'accoglienza e alla raccolta di informazioni preliminari

a) somministrazione test orientamento (OS Giunti) - consiste nella raccolta di ulteriori informazioni riguardanti la prosecuzione degli studi, i settori professionali preferiti, un'autovalutazione del proprio rendimento scolastico e di interesse per le materie finora conosciute.

b) somministrazione batteria test (Os Giunti) che valuta le seguenti variabili:  abilità matematiche, abilità di comprensione testi, abilità di studio, interessi professionali, credenze di efficacia, propensioni professionali, strategie di problem solving.

Secondo incontro: colloquio di approfondimento relativo alla restituzione di un dettagliato profilo di orientamento di circa quindici pagine. 

Il profilo di orientamento personale, grazie alla sua accuratezza, è sicuramente un valido supporto ai fini della scelta  del percorso di studio LinkClick.aspx

Per appuntamenti: Dott.ssa Rinella 333 7996266

 
          
 
          
 
          
 
          
 
IN QUESTO SITO
Riduci
          
 
Copyright (c) Tutti gli articoli sono proprietà intellettuale dell'autrice. Vietata la duplicazione